Zona verde, gialla, arancione… Non servono a nulla! Ora il covid è Rossoblu!

    Di nuovo male amici…

    Nonostante il rispetto dei divieti, delle zone dei decreti vari, ora il Covid si tinge di rossoblu. Sono infatti molti i calciatori del Taranto risultati positivi. Il tutto significa il rinvio della partita dello scorso 5 gennaio, di quella del 10 gennaio e forse anche quella di domenica prossima.

    Eppure sembrava andare tutto ormai per il meglio. Invece, come ogni bel sogno che si infrange all’alba, ci è arrivata una nuova tegola sulla testa! Per fortuna, riferita alla tegole, la proprietà dell’impianto, approfittando di questi rinvii, sta provvedendo a rimuovere quelle rotte dello Iacovone.

    Più che probabile che, alla ripresa del campionato, si potrà nuovamente giocare tra le mura amiche e magari (su questo non ci arrenderemo mai!) in presenza di spettatori sugli spalti. Che ormai, con tutte le difficoltà procurate dal virus, sembrano essere diventata una razza in estinzione!

    Ma la vera notizia bomba (più forte dei botti di Capodanno) è l’acquisto da parte del Taranto di un nuovo e forte attaccante argentino: Augusto Jose’ Diaz detto il “Tato” (da non confondersi con il Papu Gomez), si tratta di un eccellente attaccante che ha già giocato in Italia con il Fasano allenato, all’epoca, dal nostro attuale tecnico Giuseppe Laterza.

    Nel Fasano militò nel 2019 mettendo a segno 10 reti in 23 partite di campionato ed altre 4 in Coppa Italia. Ha poi avuto una breve esperienza in Spagna con il Real Linares squadra di Secunda Divisione B e pochi giorni fa vi è stata l’ufficializzazione dell’ingaggio da parte del Taranto.

    Sono sicura che già nel suo nome, così altisonante, sono contenute le sue caratteristiche di gioco. Augusto: sarà importante come l’imperatore Romano. Josè: farà tanti gol come il leggendario Altafini. Diaz: sarà utile alla squadra come il famoso romano, altro leggendario attaccante argentino.

    Comunque ancora una volta è da elogiare la proprietà e la dirigenza del nostro Taranto. Malgrado tutti i problemi e le perdite finanziarie dovute all’ assenza forzata degli spettatori, ai costi per affrontare questo maledetto Covid, alla fuga degli sponsor e quant’altro, sta potenziando la squadra dimostrando serietà e forte resilienza nell’affrontare tutti questi problemi.

    Io penso (e spero) che se la Befana e Babbo Natale prima di chiudere definitivamente le valigie (per quest’anno) ci donino un pizzico di fortuna (sapete quel po’ di quella polverina magica che resta sempre in fondo al sacco), il Taranto potrà tornare a essere, alla ripresa delle ostilità, la formidabile squadra che abbiamo visto nelle ultime partite e, con l’apporto dei due nuovi attaccanti, Abayan e Diaz, provare una fuga solitaria in testa alla classifica.

    Una partita alla volta, un avversario alla volta, tre punti alla volta.

    Io ci credo sempre e voi?

    • I Graffi di Galiganiin evidenzaLe Opinioni
      IL PUPAZZO

    Leave a Reply

    *

    code