Urbs Reggina, Cevoli perde il derby e va in discussione: la società pensa ad un grande nome

Il pubblico delle grandi occasioni non è bastato. Luca Gallo, nuovo proprietario della Urbs Reggina, ha il merito di aver toccato tutti i tasti giusti in poche settimane. Gli 11 mila spettatori giunti al “Granillo” per il derby contro il  Catanzaro rappresentano una degna risposta. Però la squadra, ampiamente rinforzata a gennaio, ha perso un match dai due volti col Catanzaro: primo tempo da schiacciasassi per gli uomini di Auteri, nella ripresa Cevoli ha azzeccato tutte le mosse. Il totale fa 3-4.

Bisognerebbe concedere tempo ad un tecnico preparato come Cevoli, che fino all’avvento di Gallo aveva fatto miracoli con una squadra non eccelsa e senza stipendi, per far integrare i nove volti nuovi e ricreare un’armonia di gruppo. La società non pare dello stesso avviso, ed è bastata la prima sconfitta dopo un mese e mezzo per mandare in discussione l’allenatore. Per ammissione dello stesso direttore generale Vincenzo Iiriti, che ha rilasciato una dichiarazione a caldo in tal senso.

Al momento, nessuna decisione è presa. Qualora si dovesse decidere di togliere la fiducia a Cevoli, le principali opzioni sembrano essere due. Bisogna vedere quanto praticabili. Il ds Massimo Taibi avrebbe già individuato in Carmine Gautieri, suo ex compagno ai tempi dell’Atalanta, l’ipotetico profilo ideale. Ma il sogno del presidente Luca Gallo sarebbe Delio Rossi, peraltro accostato al Palermo qualche giorno fa.