Ternana, con un toscano in panchina vittoria sicura…o quasi

    Dici Ternana e pensi alla Toscana. Perché? Motivo semplice: gli allenatori più vincenti con la maglia rossoverde sono stati proprio i tecnici toscani. Una lista lunga nobilitata dalle due stagioni in serie A della Ternana.

    Cominciamo quindi con Corrado Viciani toscano di Castiglion Fiorentino, in assoluto il più vincente nei suoi trascorsi in rossoverde. Al suo attivo un campionato vinto in serie C1 (girone C) nella stagione 1967-68 quindi quello di serie B (1971-72) con la stagione successiva in serie A, la prima per una squadra umbra, purtroppo finita con la retrocessione. Ma al suo posto l’anno dopo arrivò un altro toscano, questa volta di Piombino, Enzo Riccomini che fece lo stesso percorso del suo predecessore. Promozione dalla B alla A 73-74 e retrocessione immediata al termine del campionato successivo nella massima serie.

    La lista dei toscani vincenti non si esaurisce qui perché nella stagione 1991-92 fu Roberto Clagluna (Pisa) a guidare la squadra che vinse il campionato di serie B. Purtroppo anche per lui la stagione successiva non fu agevole a causa dei problemi societari. L’epilogo inevitabile fu la retrocessione.

    Cristiano Lucarelli da Livorno, fortemente voluto da un altro livornese, il presidente Stefano Bandecchi è quindi soltanto l’ultimo della serie, colui che quest’anno ha rinverdito una tradizione davvero clamorosa, quella degli allenatori toscani vincenti con la Ternana. E che vorrebbe ripetersi negli anni a venire stante la fame di vittoria che lo anima al pari del suo presidente.

    Il perché ha provato a spiegarlo Carlo Caramelli (Ternana Time), pure lui toscano ed ex giocatore della Ternana. “Credo che lo spirito di noi toscani, al di la delle qualità tecniche degli allenatori, si abbini perfettamente al modo di vedere e di vivere il calcio dei ternani. Passionali ma non invadenti, innamorati delle squadre che in campo sanno sudare le maglie come pochi”.

    Probabilmente Caramelli ha ragione perché tra i vincenti dobbiamo annoverare soltanto Claudio Tobia di Pescara, ma con trascorsi da secondo e primo allenatore alla Fiorentina. Con lui Del Neri (dalla C2 alla B in due stagioni) che invece è friulano di Aquileia e Domenico Toscano (il cognome una garanzia) dalla C1 (girone c) alla serie B nella stagione 2011-12.

    Però di altri toscani ad allenare la Ternana ce ne sono stati. E anche di molto bravi come Renzo Ulivieri, attuale presidente dell’associazione allenatori, che visse una buona stagione con la Ternana in serie B (1978-79). Ad aprire la lista fu invece Mario Caciagli che nella Ternana (anni 40) era stato anche giocatore. Lui guidò la Ternana nel campionato di C1 (girone B) dal 1964 al 66.

    A chiudere l’elenco un paio di nomi che però non hanno avuto grande fortuna e una permanenza decisamente breve in rossoverde. Il pisano Giancarlo Favarin (2006-7 in serie C1 girone B) e Alessandro Calori, aretino che fece una breve apparizione nella stagione 2018-19 con risultati men che modesti.

    Un po’ come quelli, altra curiosità, ottenuti dai tecnici romani (Spinosi, Orsi, Giordano) eccezion fatta per Liverani che centrò la salvezza con un finale clamoroso nella stagione 2016-17.

    Leave a Reply

    *

    code