Ternana ci sono i tifosi: servono tre punti e una prova convincente

La Ternana che fin qui in campionato non ha mai vinto al Liberati: doppio 0-0 con Viterbese e Palermo, ha una doppia opportunità, riscattare il mezzo passo falso di Caserta (pareggio incassato nel recupero) e conquistare l’intera posta in palio col Potenza bagnando così il ritorno dei tifosi allo stadio.

Certo, non sarà il pubblico delle grandi occasioni però anche soltanto in mille (quanto stabilito dall’ultimo Dpcm) sapranno far sentire di sicuro la propria presenza ad una squadra che deve finalmente rivelarsi. Ovvero far capire quanto è forte e al tempo stesso farlo capire a se stessa visto che i risultati altalenanti di questo primo squarcio di stagione hanno lasciato spazio a qualche dubbio.

Noi restiamo dell’idea già palesata, ovvero reputiamo la Ternana una squadra forte, in grado di giocarsela fino in fondo con qualsiasi altro avversario. Però è chiaro che questo pensiero dev’essere confortato dai fatti. Dalle vittorie. 

La Ternana, tolta di mezzo la gara con la Viterbese, ingiudicabile per via del campo ai limiti della praticabilità, ha giocato bene a Pagani vincendo senza grossi problemi, contro il Palermo le è mancato il gol pur avendo creato diverse occasioni mentre a Caserta ha deluso. Per come ha approcciato la gara consentendo agli avversari di portarsi sul 2-0 poi, una volta ribaltato il risultato, per come non ha saputo gestirlo nei minuti di recupero.

Una squadra forte, quale appunto riteniamo sia la Ternana (nella foto di copertina il fantasista Falletti), avrebbe dovuto chiuderla lì, con 3-2 che avrebbe lasciato il campo alle puntualizzazioni sull’approccio troppo “leggero” ma avrebbe comunque garantito punti importanti per una classifica che il Bari sta cercando di allungare sin dall’inizio.

Per questo riteniamo la sfida col Potenza un banco di prova importante, un’occasione da non fallire per confortare i tanti che ritengono la Ternana al livello dei migliori. Ovvio che non sarà una passeggiata, ma la Ternana sulla carta è sicuramente più forte dei lucani.

Altrettanto evidente che la squadra di Lucarelli non può essere al top in questa fase (meglio così) anche perché ci sono giocatori arrivati allo scadere del mercato. Però anche se non al top per Lucarelli e soci è arrivato il momento di svelarsi compiutamente e per il tecnico, probabilmente, è arrivato anche il tempo di fare qualche scelta. Di sicuro non definitiva, ma comunque ampiamente indicativa su quello che sarà il gruppo dei titolari, di quei tredici-quattordici giocatori che si giocheranno la maglia, come succede in qualsiasi squadra, perché in ogni gruppo ci sono titolari e riserve.

Comunque chiunque giochi avrà una motivazione in più per dare il meglio: la presenza dei tifosi distribuiti sulle due tribune. La Ternana aveva pensato anche ad una sorta di premialità, ovvero concedere la prelazione ai più costanti nella presenza allo stadio. Non ha potuto farlo perché oltre duemila avevano identiche caratteristiche. Quindi  biglietti in vendita a prezzi come al solito contenuti (max 20 euro) con la speranza di festeggiare al meglio il ritorno di un po’ di tifo allo stadio.