SERIE D : FRENA IL BARI, KO AVELLINO, DISASTROSE LE MESSINESI

L’ultima giornata del campionato di Serie D , ha riservato diversi colpi di scena, che hanno visto protagoniste alcune big dei rispettivi gironi. Ha fatto notizia, la frenata casalinga del Bari, fermato sullo 0-0 dalla Turris.


Si è interrotto un filotto di quattro vittorie consecutive che hanno portato la squadra di mister Cornacchini in vetta alla classifica. I pugliesi hanno cercato fino alla fine la via del goal. I corallini hanno ben resistito e sono riusciti a portare a casa un punto preziosissimo. Più che bene questo risultato per la Turris, la società ha allestito una rosa in grado di poter disputare un campionato di vertice. Il pareggio non complica in ogni caso i piani dei galletti che rimangono imbattuti al comando della classifica


Tra le altre nobili decadute del calcio italiano, c’è anche l’Avellino, chiamata alla pronta risalita nel professionismo. I Biancoverdi sono però costretti a fare i conti con il primo ko della stagione, giunto a Fregene, ad opera della Sff Atletico. Gli irpini hanno incassato un pesante 4-1 che non gli ha permesso di poter dare l’assalto alla vetta, distante una sola lunghezza, steccando inoltre il primo test importante che avrebbe potuto consacrarli leader del proprio girone.
Chi ormai da anni vive con tante difficoltà nell’inferno della Serie D, senza riuscire a riemergere, è la piazza di Messina. Vittima da troppo tempo di dirigenze inadeguate, sotto ogni profilo, che non consentono di offrire un futuro migliore al calcio peloritano. In questa stagione, la Città dello Stretto ha presentato in serie D ben due squadre di calcio, l’Acr Messina e il Città di Messina, entrambe con gli stessi problemi, tecnici e di gestione, che si ripercuotono sul campo.
L’Acr è la prima squadra di Messina. Vive da tempo nel mezzo della confusione, con la famiglia Sciotto che non sembra offrire le necessarie garanzie per poter rilanciare i giallorossi. Lo stesso si potrebbe dire per il Città del Messina. Il campo evidenzia le problematiche di entrambe, ancorate in fondo alla classifica. L’Acr Messina nuovamente sconfitta, questa volta contro l’Acireale per 0-3 nel deserto del “Franco Scoglio”. Non va meglio all’altra messinese, ultima con un solo punto conquistato. I problemi di queste due squadre, sono frutto di dirigenze inadeguate che non fanno altro che disonorare la storia calcistica della città di Messina.