Serie D: Bari travolgente, frena l’Avellino, scivola il Taranto

Nell’ultimo turno del campionato di Serie D, c’era molta attesa per la sfida al vertice nel Girone I, che ha visto il Bari, chiamato ad una prova d’appello al San Nicola, contro la matricola Locri. Piacevole sorpresa di questa prima parte di stagione. I biancorossi di mister Cornacchini, ribadiscono la loro leadership, sconfiggendo con un secco 3-0 la compagine calabrese e mettono a tacere le critiche dopo gli ultimi due pareggi che avevano rallentato il cammino della squadra barese. Il ritorno al successo da parte della capolista, consente di allungare sulle inseguitrici e di guardare con più serenità ai prossimi impegni.


Nel Girone G, l’Avellino continua ad avere un rendimento altalenante. Risultati che non gli stanno consentendo di poter andare in vetta solitaria. Gli irpini non vanno oltre il pareggio al Partenio-Lombardi, contro Sassari. Un risultato che vedono i ragazzi di Graziani lontani tre lunghezze dal primo posto in classifica. Graziani su una panchina che traballa? Sembra di si dalle ricorrenti voci che circolano in Irpinia. Otto squadre in un fazzoletto di 6 punti. Ogni domenica si sta assistendo a ribaltoni al vertice. Un giudizio sull’Avellino? Le attese alla vigilia erano ben altre. Decisamente.


Altra piazza importante che cerca di risalire tra i pro, è senz’altro Taranto. Rossoblu fermati a sorpresa allo Iacovone dalla Fidelis Andria. Perdono la vetta della classifica, a beneficio del Picerno. Lo stesso discorso fatto nel Girone G calza a pennello anche per il Girone H. Diverse squadre sono in corsa per il primato, tra queste il Cerignola che sta sin qui confermando di essere una formazione in grado di poter disputare una stagione da protagonista. Visto il grande equilibrio in campo può davvero dire la sua.

Leave a Reply

*

code