SERIE C: REGGINA SCATENATA, CAVESE QUANTI PROBLEMI

Allo stadio Granillo, c’era il pubblico delle grandi occasioni per assistere e sostenere la Reggina di mister Toscano, chiamata a riscattare contro la Cavese, l’opaca prestazione di Francavilla. Gli amaranto non hanno deluso le attese, travolgendo con un pesante 5-1 la compagine campana, che ha evidenziato grossi problemi.

L’ormai consueto 3-5-2 adottato dal tecnico reggino, garantisce qualità e equilibrio, oltre a valorizzare le caratteristiche tecniche dei singoli, su tutti l’attaccante brasiliano Reginaldo, autore ancora una volta di una prestazione superlativa.

Con la vittoria sulla Cavese , la Reggina manda un forte messaggio alle dirette concorrenti alla promozione, tutte ben consapevoli che da qui alla fine del campionato non avranno vita facile. La forza della Reggina non sta soltanto nella qualità della propria rosa, ma anche nella mentalità, soprattutto nel saper essere bella e cattiva a seconda delle necessità. Non trascurando il fatto che si può fare di più e aspettando il debutto di German Denis. Questa Reggina ha riportato entusiasmo in una piazza che, dopo le delusioni degli ultimi anni, ha voglia di sognare.

In casa Cavese, questa sconfitta non fa altro che peggiorare una situazione già di per sé piuttosto difficile. La squadra di Moriero, aldilà del risultato negativo, è apparsa fragile e con poche idee, per altro confuse, nonostante abbia una rosa composta da giovani interessanti e giocatori d’esperienza. Secondo alcune indiscrezioni, oltre a Sforzini anche altri giocatori sarebbero pronti a rescindere. A Cava, in questo momento sembrerebbero non esserci le condizioni necessarie per affrontare con serenità la stagione, che si preannuncia pertanto estremamente difficile.

Dopo appena due sole giornate, i valori del girone C iniziano già a delinearsi, con Reggina e Cavese destinate a viaggiare su due binari totalmente opposti. Sarà sempre il tempo, in ogni caso, a darcene conferma.

Leave a Reply

*

code