SARANNO FAMOSI: EMANUELE PECORINO, CLASSE E UMILTA’ DALL’ETNA

La stagione del Catania è stata travagliata, ancor prima di iniziare, a causa della vicenda ripescaggi che ha tenuto in bilico i programmi della società rossazzurra, alle prese oggi con un campionato caratterizzato da risultati altalenanti .

Aldilà di tutto, tra gli etnei ci sono da evidenziare delle note positive. Tra queste brilla la stella del giovane Emanuele Pecorino, catanese, classe 2001, talentuoso attaccante, cresciuto nel settore giovanile rossoazzurro. Il ragazzo dopo essersi messo in luce nella formazione Beretti, guidata da Orazio Russo, ha avuto l’occasione di farsi ammirare alla Viareggio Cup, giocando in prestito con la maglia della Primavera del Milan.

Il crescendo dimostrato nelle sue prestazioni ha portato Emanuele a guadagnarsi la convocazione, meritata, in prima squadra, dove il tecnico Novellino ha creduto immediatamente in lui. Lo ha fatto esordire tra i professionisti in Catania – Bisceglie, per di più nel momento più delicato della gara. L’emozione, per il ragazzo, si è presto tramutata in determinazione. La volontà di dimostrare le sue qualità sin dal debutto. Nella sua squadra del cuore, nel suo stadio , sotto gli occhi della esigente platea del Massimino.
Messa alle spalle la trepidazione dell’inizio Emanuele ha dato tutto se stesso, con l’obiettivo di far vincere la propria squadra . Pecorino ha messo in mostra una notevole personalità abbinata a delle importanti qualità tecniche. Il suo ingresso in campo ha contribuito avere la meglio sui pugliesi. Suo l’assist per Esposito che ha realizzato il gol del definitivo 2 a 1.

A soli 18 anni Emanuele Pecorino può rappresentare la base sui cui il Catania può ripartire. Bravo inoltre a interpretare più ruoli nel reparto avanzato. Il suo talento, ammirato da tutti nella Beretti, è stato ribadito positivamente nel calcio dei grandi. Non solo dal punto di vista tecnico, ma anche attraverso anche doti umane che lo stanno aiutando ad emergere. Tanti i club di A e B che hanno iniziato a mettere gli occhi su di lui, merito dell’ottimo lavoro svolto nel vivaio del club etneo. A conferma di un particolare riguardo della società verso i propri giovani.

Come abbiamo sempre ribadito, la Serie C riesce ancora a sfornare giovani talenti interessanti. Forse un po’ trascurati dagli addetti del calcio d’elìte nazionale.  Ragazzi interessanti e di prospettiva, come Emanuele Pecorino, ce ne sono altri. Sarebbe sufficiente dar loro fiducia, nell’utilizzo, senza dover ricorrere alle alchimie assurde di regolamenti che badano molto alla ripartizione del denaro e poco alla qualità dello spettacolo.

Leave a Reply

*

code