REGGINA PIU’ VICINA ALLA META, IN ATTESA DELLA NORMALITA’

Nell’ultimo weekend, il calcio italiano è sceso in campo in un clima davvero surreale, a causa di questo coronavirus che ha obbligato il governo a dover emanare il decreto porte chiuse. Tutte le gare in programma, sono state disputate senza la presenza di pubblico sugli spalti.

Lo stesso discorso è valso in Serie C, dove la capolista Reggina ha pienamente riscattato il ko interno subito dal Monopoli, andando a vincere sul campo del Picerno. Vittoria importante, quella ottenuta dai ragazzi di Mimmo Toscano, i quali vedono sempre più vicina la promozione in cadetteria, anche in considerazione del pareggio del Bari in casa del Catanzaro. Reggina che ora è a più 9 dai pugliesi, un vantaggio cospicuo da poter gestire, con serenità, a otto giornate dal termine. La situazione è favorevole agli amaranto. Ininfluente la sospensione dei campionati fino al prossimo 3 aprile.

Una situazione alla quale nessuno degli italiani era preparato. Dover interrompere lo svolgimento della stagione per contrastare questo virus che sta condizionando la vita del Paese intero. Nel corso di queste settimane, le squadre dovrebbero avere la possibilità di allenarsi a porte chiuse, in modo da poter essere pronte alla ripresa, sperando poi che tutto si evolva nel modo migliore.

A questo punto della stagione, non è facile fermarsi per diverse settimane, ma siamo di fronte ad un qualcosa di molto grave che coinvolge la salute di tutti noi. Sicuramente i professionisti dovranno essere pronti mentalmente, nel caso della Reggina non ci dovrebbero essere particolari problemi. A prescindere da quando riprenderanno i campionati, gli amaranto hanno le carte in regola per compiere l’impresa che mai come in questo momento è stata più vicina.

Sono giorni difficili per l’intera Nazione, non è affatto semplice trovare la serenità per parlare di calcio. In questi casi però, il calcio può essere un buon antidoto per contrastare la malinconia del dover stare chiusi in casa, come ci viene raccomandato.

Tornando alla Reggina, questa sosta forzata ci consente di ripartire da alcune certezze importanti, su tutti la forza di un gruppo composto da professionisti esemplari. Lo dimostrano le reti di Paolucci e Sarao, i quali hanno firmato il successo in terra lucana. Il centrocampista alla prima da titolare, è stato premiato con il goal. Oltre ad aver offerto un’ottima prestazione, mentre l’ex Cesena ha fatto comprendere a tutti i motivi per i quali è stato premiato come miglior giocatore della categoria.

Il maestro di questa perfetta orchestra è Mimmo Toscano, bravo come pochi nella gestione della rosa e nel cambiare in corsa la gara. In questa Reggina sono tutti indispensabili sia in campo che nello spogliatoio. I campionati si vincono con alla base dei valori che  vanno oltre quelli tecnici di cui la Reggina è abbondantemente provvista.

Siamo attesi, noi italiani, da settimane dure, dove è fondamentale essere tutti responsabili. Vinceremo, come sempre, anche questa sfida, tornando a vivere la nostra vita in assoluta normalità. Mai come in questo momento stiamo riscoprendo quanto sia preziosa.

Nella foto di copertina l’esultanza dei calciatori amaranto al termine della gara con il Picerno