REGGINA PER LA VITTORIA IN TRASFERTA, MA OCCHIO ALLA PAGANESE

La Reggina di Mimmo Toscano, ancora imbattuta, continua la sua rincorsa alla capolista Ternana. Gli amaranto stanno mantenendo fede alle attese della vigilia, con gioco e risultati, ma sono ancora alla caccia dei primi tre punti in trasferta. Reginaldo e compagni, hanno conquistato i loro quattro successi stagionali al Granillo, fuori casa solo pareggi, seppur contro formazioni di ottimo livello.

La Reggina, per poter ambire alla promozione diretta dovrà ottenere il massimo risultato anche lontano dalle mura amiche, nonostante non sia mai facile e scontato. In Serie C il blasone non conta, tutte le partite vanno affrontante con la dovuta determinazione, in modo da evitare spiacevoli sorprese.

Alla Reggina ne sono ben consapevoli, soprattutto il tecnico Mimmo Toscano che, dall’alto della sua esperienza, invita l’ambiente a non sottovalutare nessun avversario. Anche la Paganese, compagine campana riammessa in estate, che sta attraversando un ottimo momento di forma, con una serie di risultati positivi che stanno consentendo, alla squadra allenata da Alessandro Erra, di viaggiare al passo delle big.

Pagani è uno dei campi difficili presenti nella categoria, lo è sempre stato, la Reggina è chiamata all’ennesimo importante banco di prova. La squadra amaranto, non dovrà dimostrare soltanto di essere superiore tecnicamente, ma di avere la necessaria maturità per vincere gare di questo tipo.

Domenica al “Torre”, Toscano potrebbe presentare qualche novità nell’undici iniziale. C’è da attendersi una gara davvero interessante, tra due squadre in un buon periodo di forma e risultati, pur giocando per obiettivi opposti.

Gli azzurro stellati, puntano a rimanere in categoria dopo averla persa ai play out nella scorsa stagione, l’obiettivo è far meglio e non ricadere negli stessi errori. Nella formazione campana, figurano elementi d’esperienza, basta pensare ai vari Caccetta, Diop, Calil, Stendardo, il neo arrivato Drame.  Rappresentano tutti un valore aggiunto all’interno del 3-5-2 di Erra.

Se la Reggina scenderà in campo con grinta e umiltà, potrà far valere la propria forza, altrimenti rischia seriamente di fare cattiva figura. Vedremo se i ragazzi di Toscano confermeranno quanto di buono è stato fatto finora, mettendo in campo quel cinismo indispensabile, che è venuto meno per fare bottino pieno a Bari e Terni.

Leave a Reply

*

code