REGGINA DI RIGORE A MONOPOLI, ARRIVA IL PRIMO SORRISO IN TRASFERTA

La Reggina, centra finalmente il suo primo successo in trasferta dopo una lunga serie di pareggi che avevano rallentato il suo cammino verso il primato. I ragazzi di Toscano, sbancano Monopoli per 1 a 2, grazie alle reti dal dischetto realizzate, una per tempo, da Bellomo e dal solito Corazza. Intervallate da quella dei pugliesi che avevano raggiunto il momentaneo pareggio con Carriero bravo, dalla distanza, a battere Guarna.

Complessivamente è stata una gara combattuta ed equilibrata. Le due squadre alla vigilia condividevano il secondo posto. Per gli amaranto tre punti preziosi, maturati con il giusto atteggiamento nonostante alcune cose da rivedere.

Sullo 0-1, gli amaranto hanno concesso troppa iniziativa al Monopoli, abile poi nel trovare il pari. Senza dimenticare, alcune occasione da rete sprecate sotto porta, ma bisogna riconoscere che la Reggina ha dimostrato in tutti i modi di voler vincere la gara. A differenza delle trasferte precedenti, dove dopo essere stata raggiunta dagli avversari non riusciva più a reagire. Per la prima volta in questa stagione, si è visto schierato titolare l’attaccante argentino, German Denis. Conferma di non essere al meglio della condizione, anche se si è dato da fare nell’area avversaria, facendo valere la sua fisicità.

Reggina che con questa vittoria, non fa altro che ribadire la sua forza. Mandare un altro segnale importante a tutte le dirette concorrenti. La classifica vede gli amaranto secondi insieme alla Ternana, entrambe distanti un solo punto dalla capolista Potenza, vittoriosa in quel di Catanzaro.

Da qui al termine del girone d’andata, alla Reggina rimane  unico scontro diretto quello con i lucani che, per quello mostrato finora in campo, non si trovano in vetta per caso. In casa Reggina, bisogna continuare su questa strada, consapevoli del fatto che solo così si potrà arrivare all’obiettivo prefissato.

Vincere in trasferta, contro avversari del calibro del Monopoli, significa avere i giusti requisiti per poter guardare oltre. Mai abbassare la guardia, perché, soprattutto in questa categoria, non viene perdonato nulla. A Reggio Calabria lo sanno bene. Con Mimmo Toscano ogni partita sarà sempre affrontata come fosse una finale. Con un gruppo ormai abituato a correre verso un’unica direzione che dovrà portare gli amaranto nell’elìte calcio italiano.