REGGINA, ALTRA OCCASIONE PERSA LONTANO DAL GRANILLO

La Reggina di Mimmo Toscano, spreca un’altra occasione in trasferta, lascia altri due punti sul campo della Paganese. Gli amaranto, incapaci ancora una volta di chiudere la partita, vengono raggiunti nella ripresa dai campani che, con Diop, rispondono alla rete del solito Corazza.

L’undici reggino, ha dato ancora l’impressione di non avere fuori casa quella cattiveria agonistica e determinazione mostrata al Granillo. Su questo aspetto Toscano, dovrà lavorare molto se vuole fermare questa serie di pareggi esterni che stanno rallentando la corsa della Reggina verso la vetta della classifica. Su quattro pareggi ottenuti lontano da Reggio Calabria, gli amaranto sono stati raggiunti per ben tre volte dagli avversari che, restando in partita, trovano il modo per agguantare il risultato.

Sulla formazione anti Paganese, ci sarebbe da chiedersi del perché non è stato impiegato dal primo minuto Bellomo, il giocatore con più qualità presente Reggina, ma l’interrogativo principale da porsi è sull’attaccante argentino, German Denis.

L’ex Atalanta, presentato come il grande colpo di mercato di tutta la Serie C, fatica a imporsi, dando agio a chi manifestava perplessità sul suo arrivo in riva allo Stretto. In queste prime otto giornate di campionato, Toscano gli ha concesso soltanto degli spezzoni nella ripresa. No ha mai lasciato il segno, sembrando spesso un corpo estraneo alla squadra. Da un giocatore della sua esperienza ci sarebbe da attendersi un colpo risolutivo in qualsiasi momento, invece per la condizione fisica o per altro, Denis al momento si fa ancora attendere.

El Tanque appare lento e macchinoso. S spera che, con il passare del tempo, possa dare alla Reggina quel tanto atteso contributo a suon di goal, finora invece il meglio lo sta dando come uomo immagine più che da calciatore.

Archiviata la gara con la Paganese, bisogna pensare al derby di sabato sera al Granillo, contro il Catanzaro, formazione con la quale gli amaranto condividono il terzo posto. Sarà determinante vincere, per entrambe, per dare l’assalto alla capolista Ternana, distante tre lunghezze. Per gli amaranto, è necessario proseguire la scia di vittorie tra le mura amiche, specie negli scontri diretti, dove la posta in palio ha doppio valore.

In casa Reggina, non bisogna deprimersi per questo ennesimo pareggio esterno, perché parliamo comunque di una squadra ancora imbattuta, occorre però fare necessariamente bottino pieno, quanto prima, anche in trasferta se si vuol fare quel tanto atteso salto di qualità, ed essere più bravi delle dirette rivali per puntare alla serie B. Concretamente.

Leave a Reply

*

code