Reazione Cosenza, Serie A ad un passo per il Crotone

    Nel Monday night della trentaquattresima giornata del campionato di Serie B, non sono mancate emozioni e colpi di scena. In questo rush finale del campionato cadetto, iniziano a delinearsi alcuni verdetti, soprattutto in lotta promozione, dove il Crotone vede sempre più vicino l’accesso diretto alla massima serie. I pitagorici, superano di misura, nello scontro diretto allo Scida, la matricola terribile Pordenone, grazie alla rete del solito Simy.

    Per i ragazzi di Stroppa si tratta della terza vittoria consecutiva, utile ad allungare a dieci la loro striscia di risultati positivi. Questi tre punti consentono ai rossoblu di avvantaggiarsi  sulle inseguitrici. La sfida contro il Pordenone, rappresentava per Barberis e compagni un crocevia fondamentale. I friulani arrivavano a questa sfida in ottime condizioni, confermando di essere una squadra valida ben allenata e organizzata in campo. L’obiettivo del Crotone era vincere, cosi è stato, ora bisogna continuare in queste ultime giornate, mantenendo lo stesso atteggiamento.

    Se a Crotone sono vicini a ritornare nel calcio dei grandi, a Cosenza si torna a sperare nella salvezza. Gli uomini di Occhiuzzi, riscattano la pesante sconfitta di La Spezia, imponendosi per 2-1 al San Vito- Marulla ai danni del Perugia di Serse Cosmi, che ora si trova anch’essa coinvolta nella lotta per non retrocedere. Il Cosenza non aveva altre alternative se non quella di vincere, in modo da tornare a sperare in una salvezza diretta che resta tuttavia lontana, ma che potrebbe essere conquistata centrando la zona play out.

    Zona play out  distante soltanto quattro punti, bisognerà cercare di vincere più gare possibili in queste ultime quattro giornate. La vittoria sugli umbri, è un segnale che il Cosenza è vivo e continua a crederci. Sono tornati alla ribalta giocatori fondamentali come capitan Bruccini e l’attaccante uruguayano Baèz, autori dei gol vittoria. Da qui alla fine servirà il massimo contribuito da parte di tutti, perché è doveroso lottare fino in fondo per onorare la maglia e provare a centrare un obiettivo su cui credono in pochi. La trasferta di Pordenone appare proibitiva sulla carta, ma giunti a questa altezza bisogna giocare con il coltello tra i denti contro ogni avversario.

    Queste ultime quattro giornate decideranno definitivamente le sorti di molte formazioni. Se il campionato cadetto terminasse con la promozione in A del Crotone e la salvezza del Cosenza, sarebbe un grande successo per tutto il calcio calabrese.

    Impresa certamente non facile, con una riflessione: se fosse facile non sarebbe una vera impresa.

    Nella foto di copertina il capitano del Cosenza Bruccini

    Leave a Reply

    *

    code