PROMOZIONE PUGLIA, GIRONE A – IL COMMENTO DI “TINA”

Riprendiamo dopo la pausa natalizia i commenti ed i graffi. Siete pronti? Allora cominciamo subito.
La diciassettesima giornata del campionato di Promozione Pugliese Girone A regala 2 pareggi e tutte vittorie. Risultati inaspettati? Certo, ci sono.

Il Ginosa vince a Grottaglie (l’allenatore Paradisi viene esonerato, pessima la sua esperienza nella città delle ceramiche) e la Nuova Spinazzola a Conversano. Strano, ma è la realtà. La palla è rotonda, nel calcio tutto può succedere.

Il Leone Sly non sbrana il Canosa, lo mordicchia soltanto, creando qualche insidia. Il pareggio non basta, mancano forza e determinazione. Gli errori nelle fasi a palla  inattiva sono troppi. Il Canosa deve vincere di più, senza troppi scrupoli, né paure.

I sipontini del Manfredonia iniziano nel migliore dei modi il nuovo anno, ottenendo una vittoria importantissima; infatti, per il momento, si trovano a 3 lunghezze sopra lo Sly, sempre solitari in vetta alla classifica. Bitritto e Castellaneta non si arrendono, anzi, continuano il loro percorso verso i playoff.

Sono ancora evidenti i sismi in classifica: Castellaneta, Borgorosso Molfetta, Grottaglie, Rutiglianese, Norba Conversano e Don Uva rimangono appaiate con gli stessi punti. Noicattaro, Sporting Apricena e FC Capurso rischiano la retrocessione, se non si muovono. Per loro la situazione si sta complicando seriamente.

Il “graffio”

“Signor arbitro, lei e i suoi assistenti avete diretto meglio un’altra gara disputata dal Manfredonia. Avete sanzionato un fallo, un fuori gioco inesistenti e ammonito un calciatore senza motivo. Non pensate che la vostra colpa sia perdonata. Assolutamente no!” “Castellaneta hai giocatori di rilievo. Sicuramente alcune distrazioni non ti hanno permesso di vincere. Beh, la sconfitta ci stava tutta e te la sei meritata. Stai più attento alle prossime gare. Non prendere sotto gamba gli altri tuoi avversari, perché quanto meno te l’aspetti ti possono stoppare.”

Nella foto di copertina l’ allenatore Alfredo Paradisi, pessima la sua esperienza a Grottaglie