Poche storie, la Ternana s’è presa il campionato

La serie B ormai è a portata di mano. Alla Ternana basterà fare un risultato migliore dell’Avellino domenica per averne la certezza aritmetica. Rossoverdi a Bisceglie irpini in casa col Francavilla. 15 punti di margine della squadra di Lucarelli su quella di Braglia dopo le ultime due vittorie rossoverdi contro Vibonese e Potenza nel recupero di ieri. Sono quattro le vittorie di fila della Ternana che ha piazzato l’ennesimo strappo, stavolta decisivo, in un campionato che ha dominato segnando già qualche record: maggior numero di punti ottenuti nel girone d’andata (46) e striscia di vittorie consecutive più lunga (11). Ma altri può ancora batterne. E probabilmente lo farà perché Lucarelli e i suoi non si fermeranno di sicuro una volta acquisita la certezza di giocare l’anno prossimo tra i cadetti.

Perché ormai è una squadra che si diverte a stare in campo a provare giocate, a migliorarsi di partita in partita cambiando moduli e atteggiamento. Brava a gestire senza correre rischi dopo il vantaggio con la Vibonese, addirittura dirompente a Potenza dopo aver sbloccato il risultato con Furlan e con Falletti in campo dal 21’ della ripresa. Ma, e qui sta la nota straordinaria, Lucarelli ha mandato in campo nel recupero una Ternana con nove giocatori diversi rispetto alla partita precedente. E quasi niente è cambiato.

Perché la Ternana è una squadra vera, un gruppo formidabile che come continua a sostenere il tecnico “sta bene insieme e non manca mai di aiutarsi dando il massimo in allenamento come in partita”.

E’ una Ternana che stramerita la serie B anche perché c’è alla base un progetto societario ambizioso e costruito su basi solide. Questa è la stagione della grande rivincita per il presidente Stefano Bandecchi che si sentiva colpevole di aver portato la Ternana in serie C. Ora può gridare forte che è lui ad averla riportata in serie B a suon di record, regalando un calcio efficace, propositivo, divertente che sempre lui ha voluto far godere ai tifosi acquistando i diritti televisivi delle partite della sua squadra proposte dalla sua televisione “Cusano Italia tv”.

Per questo viene da pensare che l’approdo in serie B non sarà un punto d’arrivo per il progetto calcistico di Stefano Bandecchi: di sicuro questa stagione in serie C ne è stata la linea di partenza. Dove potrà arrivare la Ternana di Bandecchi? Difficile dirlo. Di sicuro per quanto s’è visto fin qui, per la coesione creata tra le varie componenti del club lascia immaginare un futuro ricco di soddisfazioni. Anche se nel calcio ogni anno si riparte tutti dalla stessa linea. Tutti con 0 punti e con un futuro da scoprire.

Ma per ora il futuro della Ternana è la partita di Bisceglie. Da provare a vincere come le altre per chiudere in anticipo la stagione che probabilmente subirà un prolungamento causa Covid.

Nella foto di copertina, tratta da www.ternanacalcio.com, il difensore  Michele Russo