Motore, azione… Ciak si gira… Da rivedere la prima!

    Male amici.
    È finalmente iniziata la stagione calcistica ufficiale con l’ esordio dei Rossoblu in coppa Italia. Che dire… Non mi aspettavo certamente un inizio del Taranto con una sconfitta!
    Certo, siamo ancora alla prima partita ed inoltre abbiamo giocato in trasferta, ma se il buongiorno si vede dal mattino…

    È pur vero che spesso molte squadre, anche di gran lunga più forti della nostra, steccano la prima e a volte anche la seconda partita (vedi la Juventus che si è fatta rimontare di due gol a Udine), ma qualcosa comunque non mi torna nel risultato di ieri.

    Soprattutto perché in fondo il Taranto non ha giocato male. La Virtus Francavilla ha iniziato con molto agonismo la partita. Ma dopo un quarto d’ora il Taranto ha preso in mano le redini del gioco facendo vedere delle buone giocate.
    Per la restante mezz’ora del primo tempo ha fatto vedere le cose migliori, con padronanza del centrocampo e buoni scambi in attacco. Malgrado un paio di occasioni, per la verità non eclatanti comunque i Rossoblu non riuscivano ad andare oltre il possesso palla e chiudevano il primo tempo in attacco.
    Il secondo tempo, invece, contrariamente a ciò che pensavo è stato quasi un monologo della Virtus Francavilla che siglava le due reti con le quali si è chiusa la partita. Vi è da segnalare solo uno spunto personale del solito Diaby che si faceva largo in un nugolo di avversari, ma alla fine concludeva precipitosamente di poco a lato.

    Dobbiamo essere comunque positivi e sostenere la nostra squadra. Sono certa che si tratti solo di un problema di abituarsi a tenere ritmi alti per tutti i 90 minuti di tutta una partita e non solo il primo tempo. Inoltre come ben sapete, vi sono stati diversi acquisti e cessioni per cui bisognerà dare il tempo ai giocatori vecchi e nuovi di amalgamarsi. Non sono scesi in campo Giovinco, fresco arrivato e Longo, leggermente acciaccato. Comunque ho visto una buona ossatura centrale composta dalla vecchia guardia e cioè Ferrara, Marsili e Diaby.

    Se il resto della squadra saprà ben agganciarsi a questa “spina dorsale” le cose potranno sicuramente cambiare.

    Altro lato positivo è l’esclusione ormai dalla Coppa Italia per cui la squadra, con il mister Laterza, potranno concentrarsi e dedicarsi unicamente al campionato che, come già detto sarà agguerrito come non mai.
    Restiamo uniti e diamo tempo al tempo. A volte le “malattie” si risolvono da sole. Lasciamo che i tempi maturino e poi potremo godere dei frutti. 

    Io come sempre ci credo e voi?

    La foto di copertina è tratta da www.mondorossoblu.it

    Leave a Reply

    *

    code