IL VALZER DEGLI ATTACCANTI E TANTI ASSI IN BILICO

Nella nostra rubrica dedicata al calciomercato, faremo oggi una panoramica , concentrandoci su giocatori ed allenatori dal futuro ancora incerto. Nella massima serie c’è molta curiosità sugli interisti Icardi e Nainggolan. Non rientrano nei piani del tecnico nerazzurro, Antonio Conte, intenzionato a voler fare piazza pulita.

L’attaccante argentino piace sia in Italia che all’estero, mentre il centrocampista belga deve ancora  ben comprendere dove potrà portarlo il suo futuro. Curiosità anche per Higuain, tornato alla Juventus dopo la stagione poco brillante vissuta tra Milano e Londra. In bianconero, “El Pipita”, ritrova Sarri, che però non può dargli garanzie sul suo utilizzo, è quindi probabile che l’argentino possa lasciare Torino. Difficile vederlo ancora in Italia nonostante l’interesse della Roma, non si esclude un possibile ritorno in Argentina.

Restando in casa Juventus, si è parlato tanto della posizione di Paulo Dybala, per lui elevate le possibilità di essere confermato, in considerazione che le sue caratteristiche si sposano con il calcio del nuovo allenatore dei bianconeri.

Incerta anche la posizione di Suso, punto di forza del Milan, con il quale non è ancora riuscito a trovare un accordo per il rinnovo contrattuale. Sullo spagnolo c’è una clausola da 38 milioni, cifra che nessuno pare sia disposto a pagare. L’entourage del giocatore, nelle scorse settimane, aveva chiesto al club rossonero un aumento dell’ingaggio, ricevendo però il due di picche facendogli altresì capire che Suso è messo sul mercato.

A Firenze c’è grande entusiasmo da quando è arrivato l’imprenditore italo-americano, Rocco Commisso. Il nuovo proprietario è deciso a voler confermare i pezzi pregiati, su tutti Chiesa. La società viola vorrebbe trattenerlo per farlo diventare il simbolo del nuovo progetto viola.

Gran fermento anche in Serie B, con tanti nomi importanti e un futuro tutto da scrivere. Camillo Ciano, vicino ai titoli di coda con il Frosinone,  è seguito da diverse società, in pole position il Lecce di Liverani, tornato in A e con tanta voglia di stupire. Futuro da verificare anche per Tutino e Palmiero, entrambi colonne del Cosenza nell’ultima stagione, tornati alla base, al Napoli di Ancelotti, con cui sono in ritiro a Dimaro. Sarà lo stesso tecnico dei partenopei a decidere del loro futuro prossimo. Sicuramente non sarà sotto il Vesuvio, almeno per la prossima stagione.

Scendendo di categoria. In Serie C sono gli attaccanti e diversi svincolati a farla da padrone, basti pensare a gente del calibro di Mazzeo, Ferrari e Vantaggiato. Pezzi pregiati che fanno gola a molte società, ma che hanno dei costi non indifferenti.

Occhi puntati sul giovane difensore della Vibonese, Andrea Malberti (88), fresco di rinnovo con i calabresi,  su di lui ci sono interessamenti dalla cadetteria.

Bel colpo del Napoli, in terza serie. Prelevato dalla Virtus Francavilla il centrocampista Folorunsho (un milione di euro) girato in prestito alla consorella Bari.

Tra gli allenatori, tanti i tecnici di spessore ancora seduti sotto l’ombrellone. Tutti in attesa di una chiamata o di un progetto importante, basti pensare a Modica e Capuano, con il primo pronto a ripartire dalla panchina del Palermo e il secondo disponibile a guidare la Vibonese.

Siamo ancora agli inizi di questa sessione estiva del calciomercato, tutto lascia però pensare che, da qui a fine agosto ne vedremo delle belle. In un sistema dove molto si opera, come se si stesse giocando con i soldi del Monòpoli, saranno tanti i colpi e le sorprese inaspettate.