GRAVINA, UNA PROMESSA È UNA PROMESSA – Sturaro 16 milioni di Euro, beato chi ci crede …

Anche io/noi dei “Graffi sul pallone” non possiamo tacere sull’ultimo scandalo del calcio mercato italiano che sta facendo ridere mezza Europa. Altro che celebrazioni di Ceferin, ieri riconfermato a Roma quale presidente dell’UEFA.
Il nostro super presidente Gravina si è esibito in passerella. Come se l’elezione di Ceferin fosse merito suo (era candidato unico) e ha proclamato con tono solenne che vi è, fra la FIGC e la UEFA ,uniformità di progetti. Bla bla bla.
Ma invece delle passerelle, che i nostri “nuovi” dirigenti amano tanto, cortesemente mantenete le promesse.
Caro Gabriele che ne è della riforma della Giustizia sportiva e in generale della pulizia che tanto hai sbandierato nel periodo pre-elettorale?
Il nulla, perché il sistema è sempre lo stesso. Proteggere i grandi e fingere di non vedere al di là del proprio naso.

La notizia è ufficiale. Stefano Sturaro è un giocatore del Genoa.
E va beh, Vittorio, che notizia è? Un onesto centrocampista come ce ne sono tanti.
Sì, ma quanto lo ha pagato (!) il Genoa alla Juventus? “16,5 milioni di Euro”.
Che cosa?
Anzi, in realtà 18 milioni, perché va aggiunto il prestito con obbligo di riscatto a 1,5 milioni per sei mesi.
Con una clausola. Che sapete quando scattava? Dopo una presenza!!! Non dopo 20 presenze o 15 gol in rovesciata. Ma dopo una presenza …
Ma chi ci crede?? Ma a chi volete prendere in giro?
Ma chi può valutare questo onesto pedalatore del centrocampo 18 milioni di Euro?
Gravina, avevi promesso pulizia e stop alle plusvalenze fittizie.
Sì, l’unico processo celebrato in materia è stato quello sul Cesena (15 punti di penalizzazione per una società che non c’è più) insieme al povero Chievo Verona. Una società sana. Una delle realtà più genuine del nostro calcio. Nata in un quartiere di Verona.
Certo senza santi in Paradiso e accusata di illecito amministrativo (che non prevederebbe neppure i punti di penalizzazione ma solo una sanzione pecuniaria) si è beccata tre punti. Salvo il TAR del Lazio.

Il Chievo si. Con tanto di Striscia la Notizia. Scatenata.  Però Sturaro a 18 milioni e Genoa e Juventus no. Non si toccano.
Caro Gabriele, una promessa è una promessa.
Leggo dal programma elettorale “Ottimizzare e riordinare il quadro di riferimento gestionale per tutte le operazioni di controllo che gravano sulle società, dal controllo delle Licenze Nazionali al Fair Play finanziario”.
Cara FIGC, lascia perdere il Chievo e occupati del Genoa e della Juventus (boom).
Ascolto una vocina che mi sussurra: dai Vittorio, smettila.
Questo blog ha già scritto più volte della situazione del Genoa, ma non è successo nulla.
Non c’è bisogno della Covisoc per “vedere”:
Fingiochi è la capogruppo che controlla il Genoa e la Giochi Preziosi. Accusa perdite per decine di milioni di Euro. Le perdite rinvengono proprio dalla partecipazione nel Genoa, ma anche i giocattoli non se la passano bene.

Comunque Preziosi si salva sempre dalla bancarotta (con il Como ci è già passato) con le plusvalenze derivanti dalla cessione dei calciatori.
Anche quest’anno è stato trovato con molto intuito e un po’ di fortuna, che non guasta mai, un giocatore, Piatek, ancora oggi capocannoniere. A Gennaio, per la gioia dei gloriosi tifosi rossoblù, è partito verso Milano.
Nonostante tutto il problema resta. Fingiochi ha rilasciato fidejussioni a favore del Genoa per cessione di crediti. A banche e società di factoring. per 41 milioni di euro. Oltre ad un piccolo finanziamento a breve per 10,7 milioni.
In totale fanno oltre 50 milioni di indebitamento. Cifre paurose, francamente, per una società di calcio.
Sono numeri che si ricavano facilmente dai bilanci e dalle analisi degli operatori.

E in questa situazione il Genoa si è obbligata al riscatto di un onesto pedalatore del pallone a 18 milioni di euro?
Il noto sito Transfermarkt, che, per carità, non sarà la Bibbia ma è basato su molti elementi condivisibili, attribuisce a Sturaro per la stagione sportiva 2018/2019 un valore di 7 milioni di Euro. Del resto, perdonate, Sturaro: 4 presenze e 0 goal.
Meglio, altro che 18 …
Caro Gabriele, manda la Covisoc a dare un’occhiata seria, ai conti del Genoa e metti il naso sull’operazione.
Anzi, dì alla Procura Federale di farsi assistere nell’analisi. Dagli stessi commercialisti che hanno messo becco nelle operazioni del Cesena e del Chievo, costruendo un castello dal niente.
Qui invece c’è sostanza ed anche molta.
Ti aiuto io Gabriele. Mi auguro tu voglia perdonarmi se  i permetto.
Vedrai che quest’estate arriverà alla Juventus il centrale difensivo argentino Crisian Romero (quello sì che è forte).
Anche lì altro guazzabuglio contabile. Desidero vedere se anche Striscia andrà da Preziosi o da Agnelli a consegnare qualche Tapiro.
È inutile caro Gabriele farsi vedere al congresso UEFA. E’inutile stamattina presenziare ai Convegni al Coni “Le regole del gioco del calcio e le garanzie del loro rispetto”.
Tutte chiacchiere. Scusami ancora.
Caro Gabriele, per una volta, mantieni fede alla parola data.
Una promessa è una promessa.

Leave a Reply

*

code