GIRONE I : PALERMO IMBATTIBILE, MIRACOLO BIANCAVILLA, FRENA ACIREALE. SALTA LA PANCHINA A CITTANOVA

Nella nona giornata del Girone I, non sono mancate emozioni e colpi di scena. Il campionato sta delineando in maniera netta i valori effettivi delle squadre. Su tutte la capolista Palermo che si conferma un rullo compressore. I rosanero di mister Pergolizzi, conoscono soltanto la vittoria, la nona consecutiva, questa volta conquistata sul campo del Nola. L’ennesimo successo, che consente a Santana e compagni di guidare la classifica a punteggio pieno, di staccandosi sempre più dalle inseguitrici.

Se il trend devastante del Palermo non fa più notizia, la fa sicuramente un’altra siciliana, la matricola terribile Biancavilla. La compagine allenata da Beppe Mascara, è senz’altro una delle più belle rivelazioni di queste prime nove giornate disputate. I gialloblu superano, tra le mura amiche, anche il Giugliano e volano al secondo posto. Posizione che apparteneva all’Acireale, reo di aver notevolmente rallentato il passo nelle ultime tre uscite.

Gli acesi non vanno oltre il pareggio in casa della Fc Messina, vera delusione insieme all’altra messinese Acr. Le due peloritane, partite alla vigilia di questo torneo con grandi ambizioni, stanno fortemente deludendo le attese, hanno fin qui disputato una stagione nel totale anonimato.

Nella lotta salvezza, preziosa vittoria del Marsala sul fanalino di coda Palmese. Tre punti d’oro che permettono ai ragazzi di Giannusa, di potersi momentaneamente tirare fuori dalla zona calda della classifica.

Ribaltone inaspettato sulla panchina della Cittanovese. La sconfitta di misura, in casa, dal Troina, fatale al tecnico Ivan Franceschini. Scelta che sa di fulmine a ciel sereno, specie se consideriamo che l’obiettivo della società calabrese è quello di centrare la salvezza. Conclusa al termine della scorsa stagione l’era Zito, i giallorossi avevano deciso di puntare sull’ex Palmese, il quale alle prese con diverse difficoltà di vario tipo, ha mantenuto la squadra quasi sempre sopra la zona play out.

Decisione poco condivisibile quella della dirigenza della Cittanovese, con il rischio che possa ancor più compromettere l’andamento della stagione. Si è deciso di sostituire Franceschini con Francesco Ferraro, allenatore sicuramente preparato e esperto, ma che dovrà fare i conti con le stesse problematiche con le quali ha dovuto far fronte il suo predecessore.

Da evidenziare l’ottimo pareggio casalingo conquistato dal Corigliano, contro il Savoia. Un punticino che interrompe la serie di sconfitte, condite purtroppo da alcuni problemi societari che stanno condizionando il cammino della matricola calabrese. Questo risultato è maturato affrontando un avversario forte come i campani di Torre Annunziata.

Sono trascorse già nove giornate, a far parlare in positivo sono prevalentemente le neopromosse insieme a qualche altra compagine meno blasonata, il Palermo si sta limitando a interpretare  il ruolo che gli era stato assegnato. Come abbiamo detto in precedenza, le due messinesi sono davvero la nota dolente di questo campionato. Le due vere grandi assenti nei piani alti della classifica. Sono invece emerse realtà positive come Biancavilla, Licata, Savoia Troina e Acireale, alle quali va attribuito il merito di rendere questo girone davvero interessante e spettacolare.

Nella foto di copertina Beppe Mascara da poche settimane allenatore del Biancavilla

Leave a Reply

*

code