GIRONE I: COMANDA L’ACR, NON SMETTE DI STUPIRE SAN LUCA, MALE CITTANOVA

    Nel campionato di Serie D, girone I, si è giunti al giro di boa, dove le tante gare rinviate a causa della pandemia stanno condizionando l’intera stagione. Sono poche le formazioni che finora hanno disputato tutte le gare. A parte Acr Messina, Rende e Città di Sant’Agata, il resto dovranno ancora recuperare diverse gare.

    Questo dimostra l’anomalia di un campionato complessivamente equilibrato. L’Acr non avendo alcuna gara da recuperare, comanda con pieno merito la classifica nonostante qualche passo falso commesso nell’ultimo periodo. La vittoria ottenuta al San Filippo, contro il Sant’Agata dell’ex Giampà, consente ai peloritani di consolidare la propria leadership all’interno del girone.

    Facendo un bilancio complessivo, possiamo considerare senza alcun dubbio il San Luca la più bella rivelazione di questa stagione. La matricola giallorossa, guidata dal duo Cozza-Canonico (nella foto di copertina), ha evidenziato una grande organizzazione societaria e tecnica. Premiata con pieno merito dai risultati sul campo che vedono il San Luca protagonista nelle zone nobili della classifica. Il successo maturato contro la corazzata Acireale, riscatta Leveque e compagni da un periodo per nulla facile, dovuto a qualche caso covid, che ha portato delle ripercussioni sul rendimento in campo da parte della squadra.

    Il San Luca, dopo un girone d’andata entusiasmante, è pronta a ripetersi se non addirittura fare meglio in quello di ritorno. Ad attendere i giallorossi c’è  un altro big match, questa volta contro la Fc Messina. Sfida dallo spettacolo assicurato, ma che rappresenta per il San Luca l’ennesima prova di maturità. 

    Chi si conferma sempre più in grande ascesa è Gelbison, compagine ben attrezzata che dopo un avvio di stagione deludente si sta ben consolidando in piena zona play off. Ribadendo tutta la sua forza anche sul campo di Paternò. Il Licata era tra le formazioni più attese per la lotta al vertice, i ragazzi di Campanella solo ora stanno iniziando a risalire la china, grazie al successo in rimonta sul Castrovillari.

    In questa seconda parte di stagione, ci si attende un Licata diverso da quello visto nel girone d’andata. Vittorie pesanti quelle ottenute da Dattilo e Biancavilla, rispettivamente ai danni di Rotonda e Troina. Due successi che rilanciano notevolmente le ambizioni delle due siciliane. Nello scontro salvezza tra Rende e Marina di Ragusa, il verdetto del campo è stato un pareggio a reti inviolate, che alla fine non soddisfa a nessuno.

    Torna in campo dopo oltre un mese di stop la Cittanovese, ma la squadra di Nocera conferma ancora una volta le tante difficoltà evidenziate nelle gare precedenti. I pianigiani escono con le ossa rotte dalla trasferta di Santa Maria, venendo travolti dai padroni di casa che si rilanciano verso la zona play off.

    In questa diciassettesima giornata, si sono disputate tutte le gare in programma tranne la sfida tra Roccella e Fc Messina. Per i calabresi sono sette le gare da recuperare, quasi mezzo girone, sarà fondamentale saper gestire l’energie mentali e fisiche, considerando che si dovranno disputare nello spazio di pochi giorni. Sicuramente impresa non facile. 

    I peloritani hanno da recuperare tre impegni che potenzialmente gli permetterebbero di centrare la vetta, ma servirà vincerle tutte. Covid a parte, resta il fatto che questo girone non dà nulla per scontato, ogni domenica assistiamo a risultati inattesi. L’augurio è che in questo ritorno, possa esserci la possibilità di parlare molto più di calcio giocato che di gare rinviate.

    Significherebbe che stiamo tornando alla normalità, magari con la riapertura degli stadi, che consentirebbe alle società di far respirare le proprie casse e ai tifosi di tornare a vivere momenti di passione, quelli che ormai ci mancano da troppo tempo. 

    Leave a Reply

    *

    code