Galigani a Tc: “Bari e Cerignola al top. Barletta possibile outsider in Eccellenza. Su Giancaspro…”

di: Tuttocampo

Nel weekend appena trascorso è andata in scena la prima giornata del campionato di serie D e la seconda del torneo di Eccellenza Pugliese. Per parlare di questo, la nostra redazione ha contattato l’esperto dirigente nonchè opinionista Vittorio Galigani.

Buonasera direttore, che idea si è fatto dopo la prima giornata dl girone H di serie D? Nessun problema per il Cerignola che ha vinto in scioltezza a Pomigliano…
“Una volta si sarebbe detto: è calcio d’agosto e pertanto ingiudicabile. Di fatto il Cerignola è partito alla grande. Forte dal punto di vista dirigenziale, dotato di un organico competitivo e diretto da un valido allenatore, si candida autorevolmente come protagonista, favorita, del girone H”.

In D il Bari vince e convince a Messina nonostante le sole due settimane di preparazione. Ammazzerà il campionato?
“Vale il discorso fatto per il Cerignola. Il Bari in serie D rappresenta un’offesa al calcio. Per la città, per i suoi tifosi e per la sua tradizione storica. ADL e suo figlio hanno mantenuto le promesse fatte in avvio della loro gestione. Organico nettamente da categoria superiore. Sulla carta il Bari non dovrebbe avere avversari. Il resto ce lo dirà il campionato cammin facendo”.

Cosa ne pensa del ricorso al Tar di Giancaspro?
“Sorvoliamo su quell’argomento. Ci sarebbero tante cose da dire. Giancaspro doveva essere capace di reperire per tempo le risorse necessarie, invece di darsi alla “macchia” prima della fine del campionato di serie B. Con le successive operazioni di mercato avrebbe avuto la possibilità di riequilibrare lo stato patrimoniale dell’azienda”.

In Eccellenza volano Terlizzi e Brindisi. Possono essere protagoniste?
“Certamente. Aggiungerei Casarano e qualche altra squadra”.
Che ne pensa del Barletta? Può puntare ai playoff?
“E’ una compagine certamente attrezzata per quel campionato. Tecnicamente ben assortita. Barletta ha tutti i numeri per ben figurare. Senza dubbio un valido outsider che può spaventare tanti avversari”.