Samb, Franco Fedeli scoraggiato ed avvilito. Arriverà l’abbandono?

Ormai è crisi profonda, la Samb non sa più vincere. Ieri, a Ravenna, è arrivata un’altra batosta. Di quelle che fanno male. E i rossoblù, sprofondano in classifica. Per Giorgio Roselli, subentrato nelle scorse settimane a Giuseppe Magi, il problema è nella testa dei suoi giocatori. Ma forse, e lo abbiamo già scritto altre volte, la rosa costruita in estate non era così forte come molti addetti ai lavori ritenevano. Certo, nessuno poteva pensare che oggi la Samb non avesse mai vinto una partita, tantomeno era impensabile credere che avrebbe fatto così tanta fatica.

E Fedeli? Definirlo arrabbiato è un eufemismo, sono settimane che prova ad invertire la rotta in tutti i modi, ma i l’encefalogramma è piatto. E’ scoraggiato, avvilito, non ha seguito neanche la squadra a Ravenna, rimanendo a casa sua, a Roma. Ha visto la gara con i romagnoli in tv, forse non ci crede nemmeno più lui. Al di là della classifica, voci sempre più insistenti raccontano di un Fedeli sempre più vicino all’addio. Chiacchiera che il numero uno della Samb ha sempre smentito però. Ore calde, frenetiche nella città delle palme, arriverà la svolta?