CROTONE, E’ IL MOMENTO DI ALZARE LA TESTA

Il Crotone del presidente Vrenna dopo aver ritrovato, meritatamente, la massima serie  dovrà iniziare a difenderla e salvaguardarla ad ogni costo. Evitando che la favola finisca.

I pitagorici, fanalino di coda con soli due punti in classifica, non si possono permettere altri passi falsi. La formazione di Stroppa, fino a questo momento ha dimostrato di avere una buona organizzazione di gioco, ma paga i propri limiti, la fragilità del reparto difensivo e la sterilità sotto porta.

Tutte componenti che non consentono al Crotone di poter essere competitivo in questa complicata Serie A.

Sarà fondamentale o meglio  obbligatorio, iniziare a fare punti se si vuole sperare nell’obiettivo salvezza. Sabato allo Scida arriva lo Spezia, altra matricola che al momento si sta ben comportando. Per il Crotone la sfida contro i liguri rappresenta un vero crocevia per il loro prosieguo in questa stagione. Gli alibi vanno messi da parte, bisogna iniziare ad alzare la testa per arrivare nel migliore dei modi alla sosta natalizia, per poi cercare di rafforzare la rosa nel mercato di gennaio.

E’  importante prendere al più presto le contromisure a questa Serie A, perdere eventualmente anche questo scontro diretto significherebbe far crollare tante certezze ad una squadra che rischia anzitempo di vedersi fuori dai giochi.

Crotone che, a prescindere dagli aspetti tecnici, deve avere alla base carattere e determinazione, sarebbe un grave errore mollare adesso. La stagione è ancora lunga, ma allo stesso tempo bisogna iniziare a far punti. Brava la società nel dare fiducia al proprio tecnico nonostante la classifica. Evidentemente è consapevole dell’ottimo lavoro svolto da Stroppa, il quale ha a disposizione una rosa che oltre alle carenze paga anche un po’ di sfortuna.

Sicuramente l’assenza del proprio pubblico sugli spalti è un fattore che penalizza squadre come il Crotone.

Mai come in questo momento, è necessario gettare il cuore oltre l’ostacolo. Serve unione, compattezza e la giusta cattiveria, per uscire da questo momento difficile che questa piazza non merita di vivere. Battere lo Spezia, servirebbe non solo alla classifica, ma a tutto l’ambiente crotonese per poter  ritrovare la fiducia e l’entusiasmo. Necessari per ripartire e compiere un’impresa che darebbe lustro ad una bella realtà del nostro calcio provinciale  ed alla Calabria intera.