Cosenza e Reggina, a voi la scena

    C’è grande attesa per il derby calabrese in programma questa sera al San Vito-Marulla, dove Cosenza e Reggina sono pronte a darsi battaglia. Le due formazioni, tornano a sfidarsi in cadetteria a distanza di venti anni. Sicuramente assisteremo ad una gara totalmente diversa da quella vista nel girone d’andata al Granillo.

    In quell’occasione gli amaranto non riuscirono a superare un impeccabile Falcone che permise al Cosenza, con le sue prodezze, di portare a casa un buon punto in inferiorità numerica. C’è da attendersi una gara equilibrata e aperta, tra due squadre che si sono ben rinforzate nel mercato di gennaio.

    Cosenza e Reggina non determinante il risultato, ma entrambe si giocano una buona fetta di salvezza, anche se i ragazzi di Baroni si presentano nelle migliori condizioni, visti gli ultimi risultati positivi conquistati. L’obiettivo di Denis e compagni è quello di dare seguito all’ottimo momento, necessario per risalire la classifica e allontanarsi definitivamente dalla zona pericolante.

    Il Cosenza, trovandosi in piena zona play out, ha l’obbligo in questo derby di centrare la prima vittoria casalinga. Le motivazioni sono molteplici da entrambe le parti, quindi vincere è la parola d’ordine. Chi riuscirà a conquistare l’intera posta in palio, avrà la possibilità di guardare con fiducia e serenità al prosieguo della stagione.

    Per Cosenza e Reggina, difendere la categoria è fondamentale, utile per tutto il calcio meridionale che ha bisogno di due piazze di questo blasone. Queste due squadre, nella loro gloriosa storia, hanno dato lustro per anni al calcio calabrese a livello nazionale, centrando traguardi storici. Oggi Reggina e Cosenza, sono lontane dai fasti di un tempo, ma hanno la grande occasione di ricominciare a scrivere pagine importanti.

    L’augurio è che questa stagione possa essere l’inizio di una nuova rinascita per due realtà abituate a vivere da sempre di pane e calcio. Due società obbligate a dover rilanciare le loro ambizioni per un futuro che dovrà vederle puntare sempre in alto.  La nota triste è senz’altro l’assenza del pubblico sugli spalti (nella foto di copertina la tifoseria del Cosenza), con le due tifoserie che avrebbero colorato di passione ed entusiasmo un evento di straordinaria importanza per tutto il calcio calabrese, che in queste situazioni non perde l’occasione di mostrare uno dei volti più belli della Calabria sportiva.

    Non ci resta che attendere il fischio d’inizio e goderci novanta minuti di vero spettacolo, concedendoci la più classica delle espressioni da usare in questi casi: “vinca il migliore !”

    Leave a Reply

    *

    code