COSENZA-CROTONE, IL DERBY DELLA CONTINUITA’ E DEL RISCATTO

    Torna a distanza di due stagioni il derby calabrese tra Cosenza e Crotone. In quel campionato di Serie B, condizionato dall’avvento della pandemia, vide i silani conquistare una salvezza miracolosa mentre i pitagorici far ritorno nella massima serie. Oggi è tutta un’altra storia, siamo alla sesta giornata di campionato e queste due formazioni vivono situazioni diametralmente opposte. Il Cosenza dopo un estate tribolata e un avvio di campionato difficoltoso, è diventata squadra a tutti gli effetti.

    La striscia positiva di tre risultati utili consecutivi, conferma  l’ottimo lavoro del tecnico Marco Zaffaroni, bravo in poco tempo ad assemblare una squadra totalmente rinnovata in tutti i reparti. Questo Cosenza ha finalmente una sua identità, che gli sta consentendo di affrontare al meglio il campionato di Serie B. Con questa mentalità e questo spirito, per il Cosenza centrare l’obiettivo salvezza non dovrebbe essere un’impresa ardua. Il derby in casa del Crotone, dovrà servire per dare continuità di risultati e prestazioni.

    Ormai il Cosenza ha fatto intendere che può giocarsela a viso aperto contro tutti, senza fare troppi calcoli. La sfrontatezza e la qualità di giocatori emergenti come Gori, Caso, Carraro, aggiunta all’esperienza di elementi come Palmiero, Situm e non solo, rendono il Cosenza una squadra ostica per chiunque. Per il Crotone, questo derby dovrà rappresentare l’occasione del riscatto, visto il pessimo avvio di stagione che sta vedendo i pitagorici ancora a secco di vittorie. La società del presidente Vrenna, ha scelto di avviare un nuovo corso basato sui giovani, a partire dal suo tecnico Francesco Modesto, crotonese doc, ma che si sta affacciando per la prima volta in cadetteria dopo aver fatto vedere tutto il suo valore al Rende e alla Pro Vercelli.

    Parliamo di un tecnico giovane e preparato, che nonostante abbia dimostrato di avere degli interessanti principi di gioco non sta al momento raccogliendo quanto meriterebbe. La pesante sconfitta interna con il Lecce, obbliga Benali e compagni a dare una svolta al loro campionato. Quando una squadra è così giovane, serve il tempo necessario per amalgamarsi, non bastano soltanto i goal del talentuoso Mulattieri. Il forte attaccante di scuola Inter, si conferma l’unica speranza in una squadra che non riesce a decollare. Come si sa i derby sono sempre partite a sé, stravolgono ogni pronostico, ed è quello che dovrà fare il Crotone se vuole mettersi alle spalle questo difficile periodo.

    Sia Cosenza che Crotone si sono prefissate l’obiettivo della salvezza, ma visto l’equilibrio che regna in Serie B potrebbero alzare un po’ l’asticella. Sabato al San Vito Marulla, sarà un derby tra due formazioni che scenderanno in campo per vincere. Cosenza e Crotone vogliono dare spettacolo senza mai risparmiarsi, cercando di regalare delle gioie ai propri tifosi. La Calabria ancora una volta è pronta a mostrare uno dei suoi tanti volti più belli, attraverso un derby che scalda il cuore di due piazze straordinarie che vogliono essere protagoniste e onorare un’intera regione che vive da sempre calcio con amore e passione.

    Leave a Reply

    *

    code