Campionato e Coppa, la Ternana c’è e fa doppietta

Vittoria in campionato contro il Picerno, replica in Coppa Italia contro la Fermana. La defaillance interna con l’Avellino è bella e sepolta da una Ternana che ha saputo reagire con carattere rimettendosi in piena carreggiata. Certo, la Reggina viaggia veloce, però essere risalita al secondo posto in classifica e aver superato il turno di Coppa costituisce un bel propellente per la squadra di Fabio Gallo che ha potuto bagnare nel migliore dei modi il fresco prolungamento di contratto.

Così è arrivata dalla squadra la risposta attesa alla mossa forte e decisa della società che aveva prima fissato ufficialmente l’obiettivo stagionale: promozione, ovviamente, quindi aveva prolungato l’accordo con il tecnico fino al giugno 2021. Due vittorie e testa già sulla prossima sfida interna con la Paganese alla quale la Ternana chiederà di sicuro altri tre punti.

Ma prima di guardare avanti vale la pena soffermarsi ancora sulle due vittorie in quattro giorni conquistate dai rossoverdi.
Le cifre: sei gol segnati e due subiti. Cinque delle sei reti sono state messe a segno dagli attaccanti. Doppietta di Ferrante col Picerno, poi Vantaggiato, Torromino e Partipilo contro la Fermana. Ma c’è di più perché in tutte e due le partite la squadra è riuscita a far gol di testa sfruttando i cross dalle fasce laterali, uno schema molto caro a Gallo che non a caso ha voluto in squadra due grandi “crossatori” come Mammarella e Furlan.

Ma c’è di più perché in tutte e due le partite la squadra ha messo in evidenza una grande forza di reazione, un carattere che qualcuno pensava avesse smarrito nelle ultime uscite segnate da troppe alternanze di rendimento tra i due tempi.

Con il Picerno dopo il vantaggio iniziale ha dovuto stringere i denti e superarsi per tornare avanti sotto il diluvio che aveva allagato il terreno del Liberati. Ha stretto i denti ma ce l’ha fatta nonostante avesse subito un gol balordo che avrebbe potuto creare effetti negativi sul morale. Contro la Fermana invece ha chiuso di goleada dopo essere andata sotto in avvio di partita.
Insomma, tanti segnali positivi per una squadra che ha ritrovato certezze smarrite e, magari, ha scoperto anche una certa confidenza con il gol che le aveva fatto difetto nelle prime giornate di campionato.

Ora, come dicevamo, la Ternana cerca la continuità di rendimento ad un regime di giri più alto di quello, già eccellente, che le ha garantito un cammino da due punti a partita. Ha il riferimento della Reggina che si è messa a dettare un passo formidabile. Ma più ancora la Ternana dovrà pensare a se stessa, a migliorare quei dettagli che fin qui le sono costati punti pesanti.
Giusto per fare qualche esempio, torniamo a parlare delle disattenzioni difensive o degli errori dei singoli: contro il Picerno, Tozzo non è stato irreprensibile e con la Fermana è mancata la chiusura dei centrali sulla conclusione da fuori di Molinari. In avanti invece va aggiustata la mira e fatta più attenzione alle scelte nei sedici metri perché di occasioni la squadra ne crea in buona quantità ma, molte di esse, non vengono sfruttate adeguatamente. E va anche provata qualche conclusione da fuori quando l’avversario si chiude nella propria zona difensiva.

Insomma, come sostiene Gallo, la Ternana ha margini di miglioramento e deve fare di tutto per crescere. Anche perché dovesse essercene bisogno a gennaio la società potrebbe tornare sul mercato per aggiungere qualcosa ad un gruppo che è già di buonissimo livello. Però fissato l’obiettivo finale che, com’era facile immaginare, non può essere che la promozione, è evidente che, ce ne fosse bisogno, il presidente Bandecchi non si tirerebbe indietro perché lui, più di chiunque altro, vuole la Ternana in serie B.

Ne ha fatta una questione d’onore. Vuole riportare la Ternana dove l’ha presa. Tra i cadetti dunque.

L’inizio è confortante, ma gli altri non stanno a guardare. E c’è da giurare che la lotta si farà sempre più cruenta con il succedersi dei turni di campionato. Quindi meglio attrezzarsi in tutti i sensi. Anche programmando scelte importanti per il futuro prossimo.

Nella foto di copertina un esultante Ferrante

Leave a Reply

*

code