Brilla il Palermo ma il Catanzaro si carica

Aveva chiuso con un gran ritmo il campionato, si è confermato al primo assaggio di play off. Il Palermo (nella foto di copertina il bomber Brunori) può diventare cliente scomodissimo per tutti quelli che ambiscono alla terza piazza utile per salire in serie B. Lo ha dimostrato a Trieste dove, pur soffrendo qualcosa nel finale, ha portato via un successo che può diventare fondamentale nel ritorno di domani.

Non è una sorpresa comunque. Mentre sorpresa lo è stata, e negativa, l’eliminazione dell’Avellino per mano di un Foggia che Zeman ha trascinato anche oltre la seconda asperità, ovvero l’andata del test con l’Entella che al boemo ha dedicato anche una maglia speciale. Lo sport e la sportività ogni tanto prevalgono su tutto. Molto bello.

Certo il ritorno in Liguria non sarà una passeggiata ma in questi play off di serie C il Foggia ci è entrato con piena dignità e senza eccessive pressioni. La sensazione di un pensiero del tipo “va già bene così, vediamo se viene qualcosa d’altro” è forte.

Cevip investigations partner Graffi sul Pallone

Così come è forte la voglia del Monopoli di ritirarsi un po’ su dopo lo scivolone interno con il Cesena. Non sarà semplice perché i romagnoli hanno una squadra forte e una società che parla inglese alle porte. Staremo a vedere. Certo è che c’è curiosità, e tanta, per capire come andrà a finire soprattutto quando entreranno in ballo le prime, ovvero le meglio piazzate nella regular season. E parliamo ovviamente del Catanzaro o del Padova e della Reggiana negli altri gironi.

Sarà battaglia lunga e per niente scontata perché non sempre le migliori hanno chiuso davanti. A volte quelle entrate all’ultimo minuto mentre la porta dell’ascensore si stava chiudendo, hanno beffato tutti. Ricordo un Cosenza targato Braglia infischiarsene bellamente delle più titolate. A proposito. Forse ad Avellino si stanno pentendo di quel cambio in panchina perché un tecnico esperto e rotto a mille battaglia come Braida forse avrebbe potuto gestire meglio i play off.

Però ormai quel che è fatto è fatto e le recriminazioni servono a poco anche se la batosta per gli irpini è stata davvero grande, difficile da smaltire.

Capitolo play out. La Paganese ha fatto il suo vincendo di misura sull’Andria, ma poi il ritorno può ribaltare la situazione. Tutti sulla corda quindi, anche quelli che pensano di essere vicini al traguardo. I play off sono una minaccia anche per le coronarie.

Leave a Reply

*

code