Bentornato Gianvito!

Bentornato Gianvito! Immagino la tua gioia infinita quando hai visto quel pallone adagiarsi in fondo alla rete avversaria. Gol all’esordio ed a casa tua! Far assaporare, alla tua gente, il gusto della vittoria (mancava da tanto tempo in casa Matera) proprio con il tuo colpo migliore. L’incornata vincente.  La tua specialità (ricordo quella sera al Meazza, ancora non ti conoscevano, rimasero tutti stupiti, a bocca aperta) . Ho goduto per te. E pensare che qualcuno cercava di mettere in dubbio il tuo valore. La tua integrità. Il tuo desiderio di rivalsa. I tuoi sacrifici.

Bentornato Gianvito per te. Per tutti quegli acciacchi di percorso che hanno “intrappolato” la tua carriera. Meritavi di più. Mi auguro tu li abbia finalmente superati e con i tuoi gol riesca a prendere per mano il Matera e condurlo a una salvezza che avrebbe del miracoloso. Una “missione impossibile” che sembra irraggiungibile, al momento, ma so che queste sono le sfide che più ti piacciono.

La tua seconda giovinezza Gianvito inizia a 35 anni. Hai tanto ancora da raccontare ed ancora di più da poter dire. A suon di gol e di corse sfrenate per il campo.  A casa tua, tra la tua gente. So che per te è un gesto dal valore inestimabile. Coraggio allora e ricorda: non esiste ostacolo che non si possa superare. Non esiste, mai, una “Mission impossible”!

Bentornato Gianvito.

In copertina Gianvito Plasmati